top of page

Elemento acqua


Buongiorno e ben risvegliati!


L’acqua non oppone resistenza. L’acqua scorre. Quando immergi una mano nell’acqua senti solo una carezza. L’acqua non è un muro, non può fermarti. Va dove vuole andare e niente le si può opporre. L’acqua è paziente. L’acqua che gocciola consuma una pietra. Ricordatelo, bambina mia. Ricordati che per metà tu sei acqua. Se non puoi superare un ostacolo, giragli intorno. Come fa l’acqua.


Margaret Atwood


L'acqua è vita e creatività; è nel liquido amniotico che ha inizio la vita, nell'elemento acqua, un luogo morbido e accogliente, che non oppone resistenza.


L'acqua si adatta a qualsiasi circostanza, prende la forma di ciò che la contiene, si trasforma continuamente.


Vi sono degli studi che dimostrano come le molecole dell'acqua siano sensibili a ciò che hanno vicino e all'energia che gli si trasmette attraverso parole, suoni, immagini. All'acqua si può parlare, ed essa riceve ed accoglie le nostre parole e le nostre preghiere, ecco perché spesso i luoghi di culto sono costruiti vicino all'acqua.


Pensiamo all'acqua del Gange, alcuni dicono che è il fiume più inquinato del mondo, eppure.... migliaia di pellegrini ogni giorno si immergono nelle sue acque per guarire dalle malattie, per purificarsi, per bere l'acqua della vita.


Perché non si ammalano?


Perché da migliaia di anni ogni giorno all'alba e al tramonto i devoti si radunano sulle sue sponde: praticano riti, recitano preghiere rivolgono il loro amore e la loro devozione al Sacro Gange, il quale accoglie questo amore e ne prende la forma.


lo stesso per l'acqua di Lourdes, anche lì, migliaia di malati si immergono ogni giorno, eppure nessuno viene contagiato dalla malattia dell'altro, anzi succede che qualcuno guarisca da mali incurabili!


Nel nostro corpo l'acqua è l'elemento più presente, siamo acqua per più del 70% quindi se dedichiamo ascolto a questa parte di noi possiamo godere delle sue qualità.


Impariamo dall'acqua a ricevere con amore ad accogliere ciò che la vita ci offre nel bene e nel male senza opporre resistenza e ci accorgeremo che questo atteggiamento porterà un senso di morbidezza, di fluidità nella nostra vita.


Sentiamo questa presenza e questo atteggiamento nel bacino.


Riporto la definizione dal dizionario italiano di questo termine:


BACINO:


1) recipiente di forma rotonda largo e basso usato per contenere acqua o altri liquidi


2) depressione naturale o artificiale del terreno con funzione di raccolta


3) specchio di acqua di mare riparato con moli


4) la parte inferiore del corpo umano

A livello energetico l'elemento acqua risiede in Swadistana chakra.


Swadistana si trova nella parte bassa del bacino, a livello del plesso sacrale.


Governa i fluidi del nostro corpo, l’espulsione dell’urina, del sudore e delle lacrime, il fluire del sangue e della linfa. Gli organi presieduti da Swadistana sono i reni, mentre nel sistema linfatico sono le ghiandole di riproduzione.


È un centro molto importante, legato al subconscio, è il luogo dove risiedono le nostre emozioni (è il chakra emozionale)


Se swadistana è in equilibrio cresce la nostra voglia di vivere, la nostra gioia, la nostra voglia di creare e di amare.


Se swadistana non è in equilibrio, la vitalità viene a mancare, lasciando spazio ad apatia e depressione.


Con lo yoga possiamo lavorare su questo chakra con le asana che agiscono sull’addome e sul bacino.


Soprattutto i piegamenti in avanti rilassano la mente e rendono il corpo flessibile e adattabile.


Ricordiamo sempre che quando lavoriamo sul corpo i risultati vengono trasmessi alla mente perciò ad un corpo flessibile corrisponderà una mente flessibile.


Cerchiamo di concentrarci soprattutto su questa caratteristica, facendola nostra, e aumenterà il senso di adattamento, la capacità di lasciare andare di essere fluidi nel movimento ma anche nel pensiero.


Ascoltiamo questa parte di noi, respiriamo con l’addome, espandiamo il bacino, lasciamo che i cambiamenti avvengano dentro di noi accogliendoli con un senso di apertura e ci accorgeremo che anche le negatività se accolte anziché respinte brutalmente, perdono parte del loro aspetto negativo.


Ci vediamo stasera per dedicare la nostra pratica soprattutto a swadistana chakra. A più tardi,


Fonte: Shantimarga


Foto: Sankalpa Semefiore




2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page